PD-Laveno Mombello

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cesare Giuseppe Piffaretti

  Artificiere dell’Esercito e responsabile di tre depositi di munizioni e altro materiale bellico siti nelle gallerie ferroviarie di Taino e di Laveno. Dopo l’8 settembre 1943, si rifiutò di consegnare le chiavi dei depositi ai tedeschi, suicidandosi sotto un treno. Il 31 maggio 1950 il Ministero per l’Assistenza post-bellica lo dichiarò caduto per la lotta di Liberazione. Sepolto nel cimitero di  Laveno.


(Notizie tratte dal libro di Francesco Ottone “Solo andata” – Edizioni Marwan – Mesenzana 2013)

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu